Tel. +39 010.51862.1

ETHICS AND TRANSPARENCY

ETHICS AND TRANSPARENCY

Pubblicazione dei dati relativi ai rapporti tra imprese e medici: Trasparenza Responsabile
Dal 30 giugno saranno disponibili sul nostro sito i dati relativi sia ai rapporti di collaborazione riferiti al 2015 tra PIAM Farmaceutici e gli Operatori sanitari (HCPs) e le Organizzazioni Sanitarie (HCOs), sia alla Ricerca e Sviluppo (R&D).
Trasparenza assoluta con la pubblicazione di questi dati è la scelta che le imprese del farmaco hanno fatto con piena convinzione, adottando il Codice sulla disclosure di Farmindustria, in attuazione del Codice EFPIA (Federazione Europea delle Associazioni e delle Industrie Farmaceutiche).
La collaborazione, già da tempo molto ben regolata, tra imprese del farmaco e medici si articola in diversi ambiti di attività:

  • ricerca e sviluppo di nuovi farmaci attraverso gli studi clinici svolti negli ospedali, nelle università e nelle strutture sanitarie pubbliche e private;
  • consulenze scientifiche;
  • seminari e convegni scientifici, che offrono informazione e aggiornamento;
  • supporto ai congressi e corsi ECM (Educazione continua in medicina) organizzati da strutture pubbliche, università, società scientifiche e provider accreditati ECM.

Proprio lo scambio di conoscenze tra imprese e medici, con il loro patrimonio di sapere e di esperienze sul campo, permette di raccogliere informazioni utili al percorso di ricerca e sviluppo e, dunque, di poter avere a disposizione farmaci sempre più efficaci per i bisogni di salute dei pazienti.

Questi rapporti, oltre ad essere disciplinati da norme nazionali e internazionali, si fondano sul rispetto reciproco dei ruoli, in un quadro trasparente di regole deontologiche di Farmindustria, che prevedono controlli rigorosi effettuati secondo precisi iter istruttori da organismi terzi, presieduti da magistrati indicati dal Presidente della Corte di Cassazione.
Potete accedere ai dati – pubblicati nel pieno rispetto della normativa italiana sulla privacy – relativi ai singoli professionisti che hanno firmato il consenso e, in forma aggregata, a tutti gli altri.

Model 231
Always attentive to ethical issues and in line with its basic values, PIAM has taken the decision to equip itself with an organizational model that helps it to manage and organize all its activities in a manner which is transparent and aligned with the preconditions outlined by Legislative Decree 231/2001.

This decree establishes that, under certain conditions, a company may face punishment for certain crimes committed by its managers, employees or collaborators; severe pecuniary and interdictory sanctions can be applied to the company which may even lead to the cessation of its activities.

Legislative decree 231 provides that each company can, however, adopt and enforce precise organizational rules aimed at preventing and avoiding the occurrence of the offences in question, thus exempting itself from administrative responsibilities arising from the crimes committed by one of its employees, collaborators or managers: this combination of rules and instruments of control is known as the Model of management, organization and control (referred to as Model 231).

It is therefore extremely important that all recipients know and respect the content of the organizational model. PIAM, through widespread and ongoing training of its staff, ensures that all its corporate bodies, employees, independent collaborators and agents, in carrying out their activities, comply with the rules and regulations established in the organizational model and is constantly active in fostering a culture based on ethics, legality and correctness among its staff.

PIAM, pursuant to art. 6 of this decree, has also established a Supervisory Body, with autonomous powers of initiative and control, charged with the task of monitoring the adequacy, functioning and observance of the model itself.